Terrina di brasato, castagne, prugne secche e carote, con giardiniera della tradizione

    Ingredienti

    • 1 kg Brasato
    • 1 litro Brodo
    • 12 fogli Fogli di gelatina
    • 18 fette Speck
    • 2 Carote
    • 20 Castagne
    • 1 sale
    • 1 Pepe
    • 1 litro Acqua
    • 1 litro Vino bianco
    • 70 g Zucchero
    • 30 g sale
    • 3 Carote
    • 1 Cavolfiori
    • 2 Peperone rosso

    Preparazione

    In una pentola versare dell'olio extravergine di oliva, una volta raggiunta la temperatura riporvi il pezzo di carne e lasciarlo rosolare per circa 15 minuti su entrambi i lati. Sfumare poi con del brodo o acqua calda e lasciare cuocere a fuoco basso per circa 2-3 ore facendo attenzione a non far asciugare il vino. Con questo tipo di cottura la carne sarà possibile sfilacciare facilmente la carne. Nel frattempo cuocere le castagne lasciandole bollire in pentola fino a completa cottura e tagliare le carote alla julienne

    Mettere a bagno i fogli di colla di pesce con acqua fredda, una volta ammorbiditi strizzarli e metterli nel brodo di cane facendolo sobbollire fino a far sciogliere tutta la gelatina.

    Bardare la terrina con lo speck e cominciare a creare degli strati, prima gli sfilacci di manzo, poi carote, le prugne (precedentemente denocciolate), le castagne, bagnando ogni strato con della gelatina fino a riempire la terrina.

    Una volta riempita chiudere la bardatura di speck e mettere un peso sopra la terrina per pressare il contenuto. Riporre in frigo per 24/36 ore. Passato il tempo necessario togliere dallo stampo e tagliare a fette. Tagliare le verdure a piacimento, far bollire acqua, aceto vino con sale e zucchero. Raggiunto il bollore, mettere tutte le verdure in pentola e far cuocere da 10 a 20 minuti in base a come piace la consistenza della verdura. Una volta cotta far raffreddare e riporre in frigo 24 ore.